I cartelli a favore dei gatti di colonia di Galatone e Ruffano, in Puglia

Quando si parla di randagismo, è convinzione comune che la situazione peggiore si trovi al Sud e così testimoniano purtroppo tanti volontari di zona. Nel sud del nostro paese, si dice, anche i vigili del fuoco a volte risultano manchevoli nel soccorso. Altrettanto vero, però, è che esiste almeno una zona che in questo senso è più virtuosa di altre: si tratta di Brindisi/Lecce, dove ad oggi troviamo, tra gli altri, i cartelli a favore dei mici di Galatone e Ruffano.

Foto: Comune di Galatone

L’iniziativa è nata dal Comune della provincia leccese, che l’ha promossa in collaborazione con Polizia Locale, Asl Veterinaria, organizzazioni animaliste e guardie zoofile della zona.

banner

Dichiara il Comune, nel post del 24 aprile 2024: “I cartelli assolvono ad una duplice finalità: da un lato rendere edotti i guidatori della presenza dei gatti e pertanto invitarli a rallentare per evitare che vengano investiti e dall’altro una finalità educativa per i singoli cittadini a cui si fa presente che i gatti che vivono liberi sono protetti e che è vietato maltrattarli o allontanarli dal proprio habitat”.

Foto: Comune di Ruffano

A Ruffano, sempre in provincia di Lecce, sono stati installati dieci cartelli come questi, nelle vicinanze delle colonie feline e sui tratti stradali più frequentati e perciò più pericolosi.

Ha spiegato il consigliere con delega alla Sicurezza, Mimmo Lucatelli: “Abbiamo pensato ad un invito a ridurre la velocità di marcia che si traduca in un modo per salvaguardare la vita dei nostri animali domestici, nonché quella di tutti noi. È uno degli step della campagna di sensibilizzazione orientata alla protezione degli animali del nostro paese (soprattutto i randagi e le colonie feline) che proseguirà con una serie di altri interventi, anche con il prezioso supporto delle volontarie dell’associazione Le Code Parlanti.

Non possiamo che elogiare queste iniziative, e sperare che i cartelli a favore dei mici di Galatone e Ruffano siano un esempio per altri comuni italiani e non!