Il gatto Tom e il suo adorabile muso storto: una storia di forza e rinascita

Quando diciamo che la strada per un gatto abbandonato a se stesso è un inferno, non scherziamo affatto. Quando poi in sua balia c’è un cucciolo, è la vita a essere in ballo. Il gatto Tom e il suo adorabile muso storto ne sono l’ennesima prova.

banner

Non si sa esattamente che animale abbia aggredito Tom, ma in ogni caso era più grosso, e incattivito, di lui: è arrivato a un gattile del Quebec con il cranio e la mascella fratturati, un’emorragia interna, un occhio offeso e la bocca bloccata a causa delle ferite. Chi lo ha salvato non aveva le risorse per curarlo, così ha contattato Marie della Un chat à la fois di Bois-des-Filion, che ha per fortuna accettato di prendersi cura di lui.

Si potrebbe dire che già sopravvivere a ferite del genere ha qualcosa di miracoloso. Perché, quindi, aspettarsi più di un miracolo quando la vita che lo ha ricevuto è così sfortunata? O forse, al contrario, quella sopravvivenza poteva essere un buon augurio per il futuro. Ha raccontato Marie, “La buona notizia è che c’era un piano chirurgico per Tom, anche se sarebbe stato costoso”. Si trattava di un’operazione impegnativa, ma necessaria a garantirgli una buona aspettativa di vita.

Così è partita una raccolta fondi, ed è stato possibile operare Tom. Parte della sua mascella è stata rimossa, permettendo alla sua bocca di aprirsi e funzionare di nuovo correttamente; ma ciò gli ha lasciato in eredità un musetto un po’ storto.

Se pure, è vero, i gatti “non perfetti” fanno a volte fatica a trovare chi li ami e li accolga, per il gatto Tom e il suo adorabile muso storto la famiglia giusta è arrivata.

Marie ha commentato con commozione la lieta notizia: “Il piccolo Tom inizia una nuova avventura e siamo felicissimi per lui. È arrivato da noi con un corpicino spezzato, ma la sua gioia per la vita era indistruttibile. Già allora era un gattino forte e resistente, un piccolo combattente. Il suo recupero è stato così emozionante ed è merito di tutti i nostri sostenitori se siamo riusciti a raggiungere questo risultato. Tom ha lasciato un segno nei nostri cuori ed è la prova vivente a quattrozampe che i miracoli esistono”.

E come se non bastasse, ancora un’ottima notizia: Tom è stato felicemente adottato!